Handbook:Parts/Portage/Tools/it

From Gentoo Wiki
Jump to: navigation, search
This page is a translated version of the page Handbook:Parts/Portage/Tools and the translation is 100% complete.

Other languages:
Deutsch • ‎English • ‎español • ‎français • ‎italiano • ‎português do Brasil • ‎русский • ‎中文(中国大陆)‎ • ‎日本語 • ‎한국어
Manuale Parts
Installazione
Riguardo l'installazione
Il mezzo d'installazione
Configurare la rete
Preparare i dischi
Installare lo stage3
Installare il sistema base
Configurare il kernel
Configurare il sistema
Strumenti di sistema
Configurare l'avviatore
Ultimare l'installazione
Lavorare con Gentoo
Introduzione a Portage
Opzioni USE
Funzionalità di Portage
Sistema script di init
Variabili d'ambiente
Lavorare con Portage
File e cartelle
Variabili
Mixare i rami del software
Strumenti aggiuntivi
Repositorio pacchetti personalizzato
Funzionalità avanzate
Configurare la rete
Come iniziare
Configurazione avanzata
Networking modulare
Wireless
Aggiungere funzionalità
Gestione dinamica


dispatch-conf

dispatch-conf è uno strumento che aiuta ad unire i file ._cfg0000_<name>. I file ._cfg0000_<name> sono generati da Portage quando vuole sovrascrivere un file in una cartella protetta tramite variabile CONFIG_PROTECT.

Con dispatch-conf, gli utenti sono in grado di unire gli aggiornamenti ai loro file configurazione mentre si tiene traccia di tutti i cambiamenti. dispatch-conf conserva le differenze tra i file configurazione servendosi di aggiustamenti (patch) o utilizzando il sistema di revisione RCS. Ciò significa che se qualcuno commette un errore durante l'aggiornamento di un file di configurazione, l'amministratore può ripristinare il file alla versione precedente in qualsiasi momento.

Quando si usa dispatch-conf, gli utenti possono chiedere di tenere i file configurazione così come sono, usare il nuovo file di configurazione, modificare quello attuale o fondere i cambiamenti in modo interattivo. dispatch-conf possiede anche alcune interessanti funzionalità aggiuntive:

  • Fonde automaticamente gli aggiornamenti ai file configurazione che contengono solo aggiornamenti ai commenti.
  • Fonde automaticamente i file configurazione che differiscono solo per la quantità di spazi bianchi.

Modificare prima /etc/dispatch-conf.conf e creare la cartella a cui fa riferimento la variabile archive-dir. Poi eseguire dispatch-conf:

root #dispatch-conf

Quando si esegue dispatch-conf, i file di configurazione modificati saranno esaminati uno alla volta. Premere u per aggiornare (sostituire) il file di configurazione corrente con quello nuovo e passare al file successivo. Premere z per zappare (eliminare) il nuovo file di configurazione e passare al file successivo. Il tasto n indicherà a dispatch-conf di saltare al file successivo. Ciò può essere fatto per tardare un'unione fino ad un momento futuro. Una volta che tutti i file di configurazione sono stati sistemati, dispatch-conf uscirà. In qualsiasi momento è possibile utilizzare q per uscire dall'applicazione.

Per ulteriori informazioni, consultare la pagina manuale di dispatch-conf. Si descrive come fondere in modo interattivo i file di configurazione attuali con quelli nuovi, modificare i nuovi file di configurazione, esaminare le differenze tra i file, ed altro.

user $man dispatch-conf

etc-update

Un altro strumento per fondere i file di configurazione è etc-update. Non è così semplice da usare come dispatch-conf, nemmeno è ricco di funzioni, ma fornisce un'impostazione di fusione interattiva e può anche auto-gestire fusioni con modifiche banali.

Tuttavia, a differenza di dispatch-conf, etc-update non conserva le vecchie versioni dei file di configurazione. Una volta che un file viene aggiornato, la vecchia versione è persa per sempre. Occorre stare molto attenti, dato che l'uso di etc-update è significativamente meno sicuro dell'uso di dispatch-conf quando si desidera mantenere i vecchi file di configurazione.

root #etc-update

Dopo aver fuso le modifiche semplici, verrà fornito un elenco di file protetti in attesa di aggiornamento. In basso vengono mostrate le possibili opzioni:

CODE Opzioni presentate da etc-update
Prego, selezionare un file da modificare inserendo il numero corrispondente.
              (-1 per uscire) (-3 per auto-fondere tutti i file rimanenti)
                           (-5 per auto-fondere E non usare 'mv -i'):

Quando si inserisce -1, etc-update uscirà ed interromperà qualsiasi altra modifica. Con -3 o -5, tutti i file di configurazione elencati verranno sovrascritti dalle versioni più recenti. È quindi molto importante selezionare prima i file di configurazione che non dovrebbero essere aggiornati automaticamente. Si tratta semplicemente di inserire il numero elencato a sinistra di quel file di configurazione.

Come esempio, selezioniamo il file di configurazione /etc/pear.conf:

CODE Aggiornamento di un file di configurazione specifico
Inizio delle differenze tra /etc/pear.conf e /etc/._cfg0000_pear.conf
[...]
Fine delle differenze tra /etc/pear.conf e /etc/._cfg0000_pear.conf
1. Sostituisci l'originale con l'aggiornamento
2. Cancella l'aggiornamento, conserva l'originale come è
3. Fondi l'originale con l'aggiornamento interattivamente
4. Mostra nuovamente le differenze

Vengono mostrate le differenze tra i due file. Se il file di configurazione aggiornato può essere utilizzato senza problemi, scegliere 1. Se il file di configurazione aggiornato non è necessario o non fornisce alcuna informazione nuova o utile, scegliere 2. Se il file di configurazione corrente deve essere aggiornato in modo interattivo, scegliere 3.

Non c'è motivo di approfondire ulteriormente la fusione interattiva ora. Per completezza, elencheremo i possibili comandi che possono essere utilizzati mentre si fondono in modo interattivo i due file. Gli utenti si ritroveranno due righe (quella originale e quella nuova proposta) ed una richiesta alla quale l'utente può rispondere con uno dei seguenti comandi:

CODE Comandi disponibili durante la fusione interattiva
ed:     Edita poi utilizza entrambe le versioni, ciascuna decorata con un'intestazione.
eb:     Edita poi utilizza entrambe le versioni.
el:     Edita poi utilizza la versione a sinistra.
er:     Edita poi utilizza la versione a destra.
e:      Edita una nuova versione.
l:      Usa la versione a sinistra.
r:      Usa la versione a destra.
s:      Includi tacitamente le linee comuni.
v:      Includi verbosamente le linee comuni.
q:      Interrompi.

Dopo aver completato l'aggiornamento dei file di configurazione importanti, gli utenti possono quindi aggiornare automaticamente tutti gli altri file di configurazione. etc-update uscirà se non troverà altri file di configurazione aggiornabili.

quickpkg

Con quickpkg gli utenti possono creare archivi di pacchetti già installati nel sistema. Questi archivi possono essere utilizzati come pacchetti precompilati. Eseguire quickpkg è semplice: basta aggiungere i nomi dei pacchetti da archiviare.

Per esempio, per archiviare curl, orage e procps:

root #quickpkg curl orage procps

I pacchetti precompilati saranno archiviati in $PKGDIR (/usr/portage/packages/ in via predefinita). Questi pacchetti sono collocati in $PKGDIR/CATEGORY.